Vinsanto connection

O gente, qui è maiala. Nel senso che ‘un si tira più avanti. Al di là delle bischerate dei giornali e dei tg che te e la fatina vi sparate in vena a pranzo e cena (fa anche rima), è maiala. Nel senso che, scusa la ripetizione, ‘un si va più avanti per davvero.

Le generazioni che ci hanno provato e quelle che si sono ritrovate in un’immobilità di legno. Babbi vissuti negli anni sessanta con le canne, la ribellione che era sinonimo di gioventù, meglio o peggio fate voi. Figli intrappolati in un’eredità di debiti e bastonate a breve termine. Il dialogo a tre tra Pinocchio, Geppetto e Mastrociliegia prova a immaginare una riconciliazione temporanea, innaffiata dal vinsanto, tra chi ha perso prima e chi perde adesso.

Forse non è questione di perdere ancora, c’è solo da perdere meglio, caro fratello Carbonai che ci hai donato la trentatreesima riscrittura del burattino straniato: babbi e figli, toscanizzando Turgenev.